sabato 18 luglio 2015

18 Luglio 2015: Memorie e sogni, Genova 1956-2015

Leica M Monochrom & Zeiss Biogon 25mm/2.8lia



Abbiamo tutti cucito qui, bottoni o pezzetti di stoffa, pezze avanzate, ritagli colorati.
Abbiamo atteso le caramelle che il santo ci lanciava dal suo quadro al muro.
Ascoltato Radiorai3131, e le commedie del pomeriggio alla radio della nonna.
Abbiamo impararto a crescere, imparato a giocare, imparato il rispetto ed i valori della vita.

2 commenti:

  1. Marta De Pietri22 luglio 2015 00:53

    Già proprio così. La bisnonna Maria e la nonna Tilde me le figuro distintamente sedute al tavolo da cucito....attività che la zia Anna perpetua con entusiasmo così come la zia Elvira.
    Di tutta la casa, questa stanza e la cucina sono i punti nevralgici attorno ai quali ruota tutta l'attività casalinga familiare, punti di incontro, confronto, crescita, luoghi intimi, un po nostalgici, carichi di ricordi ,dove ancora si respira il vero spirito della famiglia....quello di una volta, che noi giovani troppo spesso non abbiamo saputo e non sappiamo riproporre nelle nostre case

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagini fugaci ma anche stampate negli occhi.
      Ricordi e melanconie ma soprattutto tanti insegnamenti.
      Ci hanno educato lì dentro, soprattutto noi che lì abbiamo vissuto, crescendo ed assorbendo, ed ascoltando, e guardando.
      Un grande privilegio.

      Elimina

I commenti anonimi e maleducati verranno sempre e comunque cancellati.. Grazie